salento Salento

Affitta la tua casa vacanze nel Salento, Santa Maria di Leuca, Gallipoli, Lido Marini, Marina di Pescoluse, marina di Torre Vado, San Gregorio, Patù etc. Natura incontaminata e mare cristallino che fa concorrenza alle più rinomate mete esotiche. Il Salento, meravigliosa piana ricca di storia e tradizioni, è un vero e proprio paradiso terrestre. Penisola situata tra l'Adriatico e lo Ionio, è il tacco dello stivale italiano ed è costellato di luoghi spettacolari: verdi pinete, splendide grotte marine, coste in cui si alternano lunghe spiagge sabbiose e scogliere mozzafiato. Immerso in un'affascinante atmosfera, il turista potrà decidere di visitare questa terra in bicicletta e di perdersi nei viottoli di campagna tra gli ulivi secolari e i campi di grano incorniciati da mille sfumature di colore. In ogni caso avrà l'opportunità di ammirare sfarzosi palazzi e storiche chiese, ma potrà anche godersi il mare e deliziare il palato gustando gli ottimi piatti a base di pesce (rigorosamente fresco e di prima qualità) e i saporitissimi formaggi pugliesi, leccornie che ben si accompagnano ai tipici rosati della zona, vini robusti dall'aroma fruttato. Da Lecce a Santa Maria di Leuca, da Otranto a Castro, ecco un viaggio alla scoperta di terre semplici ma allo stesso tempo molto varie, cariche di contrasti, segnate dal passaggio di molte culture che le hanno rese una miscela esplosiva di bellezze inimitabili.

Cuddhura

La Cuddhura o Cuddura deriva dal Greco antico (kollura) e rappresenta un tarallo intrecciato. Prende il nome di "Pace" il tradizionale pane,  con al centro le uova sode, presente sulle tavole il giorno di Pasqua. Ancora oggi è bello riceverle e continuare a tramandare questa tradizione che non deve assolutamente sparire, possiamo prepararle in casa e donarle ai nostri cari.

POLPO A INSALATA

Ingredienti per 4 persone: 2 Kg. di polpo già arricciato, 3 coste tenere di sedano, una carota, prezzemolo, aceto di vino, olio d'oliva, sale e pepe.

Per cuocerlo bene, se il polpo è appena pescato, è bene metterlo nel congelatore per qualche giorno, così risulterà più tenero. Se lo comprate in pescheria fatevelo dare "arricciato". Lavatelo sotto l'acqua corrente, toglietegli la bocca e gli occhi; mettetelo in una pentola capace con acqua e un pò d'aceto e fatelo lessare. Quando vi siete regolati che il polpo è cotto, scolatelo dall'acqua e tagliatelo a pezzi sistemandolo in un piatto da portata. Aggiungete il sedano tagliato finemente, la carota, il prezzemolo, l'olio e controllate di sale. Si può mangiare sia caldo che freddo.

AGNELLO DI PASTA DI MANDORLA

L’agnello, nella simbologia cristiana, rappresenta il sacrificio di Cristo e, dunque, questo dolce è di profonde radici religiose. Non a caso la pasta di mandorla viene prodotta e confezionata in agnelli e pesci dalle suore di clausura del monastero benedettino di san Giovanni Evangelista a Lecce almeno dalla fine dell’Ottocento.

LIQUORE DI CAFFE'

Ingredienti: Gr. 300 di zucchero, 200 c.c. di alcool a 95°, gr. 100 di acqua, gr 200 di caffè ristretto.

Si prepara nel modo abituale un buon caffe' ristretto e, quando e' freddo, si unisce all'alcool e allo zucchero precedentemente sciolto nell' acqua. Si raccoglie il liquido ottenuto in un vaso achiusura ermetica, avendo cura di agitare di tanto in tanto e dopo quindici giorni si filtra e si imbottiglia. facoltativa l'aggiunta di mezza tazzina di estratto di caffe' per dare un'aroma piu' intenso al liquore.

LIQUORE DI LIMONE

Ingredienti: 8 limoni verdi, 1 litro d ialcool, 800 c.c. di acqua, 600 fr. di zucchero.