salento Salento

Affitta la tua casa vacanze nel Salento, Santa Maria di Leuca, Gallipoli, Lido Marini, Marina di Pescoluse, marina di Torre Vado, San Gregorio, Patù etc. Natura incontaminata e mare cristallino che fa concorrenza alle più rinomate mete esotiche. Il Salento, meravigliosa piana ricca di storia e tradizioni, è un vero e proprio paradiso terrestre. Penisola situata tra l'Adriatico e lo Ionio, è il tacco dello stivale italiano ed è costellato di luoghi spettacolari: verdi pinete, splendide grotte marine, coste in cui si alternano lunghe spiagge sabbiose e scogliere mozzafiato. Immerso in un'affascinante atmosfera, il turista potrà decidere di visitare questa terra in bicicletta e di perdersi nei viottoli di campagna tra gli ulivi secolari e i campi di grano incorniciati da mille sfumature di colore. In ogni caso avrà l'opportunità di ammirare sfarzosi palazzi e storiche chiese, ma potrà anche godersi il mare e deliziare il palato gustando gli ottimi piatti a base di pesce (rigorosamente fresco e di prima qualità) e i saporitissimi formaggi pugliesi, leccornie che ben si accompagnano ai tipici rosati della zona, vini robusti dall'aroma fruttato. Da Lecce a Santa Maria di Leuca, da Otranto a Castro, ecco un viaggio alla scoperta di terre semplici ma allo stesso tempo molto varie, cariche di contrasti, segnate dal passaggio di molte culture che le hanno rese una miscela esplosiva di bellezze inimitabili.

POLPO A INSALATA

Ingredienti per 4 persone: 2 Kg. di polpo già arricciato, 3 coste tenere di sedano, una carota, prezzemolo, aceto di vino, olio d'oliva, sale e pepe.

Per cuocerlo bene, se il polpo è appena pescato, è bene metterlo nel congelatore per qualche giorno, così risulterà più tenero. Se lo comprate in pescheria fatevelo dare "arricciato". Lavatelo sotto l'acqua corrente, toglietegli la bocca e gli occhi; mettetelo in una pentola capace con acqua e un pò d'aceto e fatelo lessare. Quando vi siete regolati che il polpo è cotto, scolatelo dall'acqua e tagliatelo a pezzi sistemandolo in un piatto da portata. Aggiungete il sedano tagliato finemente, la carota, il prezzemolo, l'olio e controllate di sale. Si può mangiare sia caldo che freddo.

 

TUBETTINI CON LA CERNIA

Ingredienti per 4 persone: 1 Kg. di testa della cernia, 2 spicchi d'aglio, prezzemolo, pepe, olio d'oliva, pomodori pelati per il sugo. 

Dalla vostra pescheria fatevi dare la testa della cernia, comprese le branche, lavatela sotto l'acqua corrente e sistematela in una pentola capace. Tagliate finemente l'aglio e il prezzemolo, passateli nella pentola insieme alla cernia, aggiungete mezzo bicchiere di olio ed il pepe e cominciate a soffrigere. Schiacciate i pomodori pelati nel passapomodori, versateli nella pentola e continuate a cuocere. Prendete un'altra pentola, riempitela d'acqua e portatela a ebollizione, calate i tubettini che scolerete a metà cottura, conservando un pò d'acqua di cottura. Il sugo con la cernia deve cuocere almeno 45 minuti a fuoco lento. A cottura ultimata, togliete tutta la testa della cernia dal sugo e lasciatela raffreddare. Quando sarà fredda, staccate la carne dalla testa, togliete eventuali spine e ossicini e ripassate tutto nel sugo. Versate il sugo e la cernia nei tubetti, e continuate a far bollire tutto insieme in modo che la pasta si insaporisca con il sughetto. Prima di portare a tavola cospargete di prezzemolo tritato e, a piacimento, di altro pepe macinato fresco.

FILETTI DI PESCATRICE ALLA CREMA DI MELANZANA

Ingredienti per 4 persone: 1 Kg. di filetto di pescatrice, 100 gr. di burro per friggere, 2 uova, farina per impanare. Per la crema: 2 grosse melanzane, 300 gr. di pomodorini, un mazzetto di basilico, un mazzetto di menta, uno spicchio d'aglio, 50 gr. di olio d'oliva, sale e pepe.

Sbucciate le melanzane, tagliatele a dadini, lavate e tagliate in quattro i pomodori, triturate finemente il basilico, la menta e l'aglio insieme. Versate il tutto in una pentola e aggiugete l'olio. Cuocete a fuoco moderato, rimestando sempre in modo che non attacchi sul fondo, aggiungete sale e pepe, e continuate a cuocere. Se dovesse risultare troppo denso, aggiungete un pò d'aqua calda. Intanto lavate il pesce, asciugatelo con carta da cucina. Mettete sul fuoco una padella col burro, fatelo dorare e metteteci a friggere il pesce, passato prima nella farina e poi nell'uovo. Friggetelo da ambo i lati. Frullate il composto con le melanzane fino a formare una crema non troppo densa. Dividete il pesce nei piatti, versateci sopra la crema, guarnite con foglie di menta e basilico e mangiate caldo.

MACCHERONI CON ACCIUGHE O SARDE

Ingredienti: 500 di farina di grano duro, gr. 250 di mollica di pane grattuggiata, 6 - 7 acciughe sott'olio, acqua, olio d'oliva q.b.

Si preparano i maccheroni nel modo abituale, si cuociono in acqua salata e si scolano al dente. A parte si riscalda l'olio, si aggiungono le acciughe o le sarde ridotte a pezzi e infine la mollica di pane grattuggiata; si rimescola bene il tutto e si versa sulla pasta gia' cotta e si sistema in una zuppiera capace. Si amalgama e si serve.

VERMICELLI COL BACCALA'

Ingredienti:Gr. 800 di baccala' gr. 300 di vermicelli fatti a mano, 2 cipolle, 1 spicchio d'aglio, 1 foglia d'alloro, 8 pomodori da pendola, un mazzeto di prezzemolo, olio, sale grosso, pepe q.b.

Si taglia a pezzi il baccala', gia' bagnato e dissalato e si mette a cuocere in una casseruola, in cui si e' fatto dorare uno spicchio d'aglio con l'olio d'oliva, 2 cipolle tagliate a pezzi, i grani di pepe, un mazzetto di prezzemolo e una foglia d'alloro. Si lascia insaporire per un poco, prima di versare la salsa di pomodoro e di regolare il sale. Si porta a cottura a fuoco basso. Quando il baccala' e' cotto, si versa il sughetto in una casseruola, si aggiungono i vermicelli gia' cotti e scolati al dente e si completa la cottura.Prima di portare in tavola si arricchisce la pietanza con i filetti di baccala'.

COZZE E PEPERONI

Ingredienti: Kg. 1 di mitili, gr 500 di peperoni colore misto, 5 pomodori, 2 spicchi d'aglio, un amzzetto di prezzemolo, sale, olio q.b.

Si lavano bene i peperoni, e si tagliano a striscioline. Dopo averli privati dei semi e dei filamenti, si trasferiscono in una padella in cui s'e' riscaldato dell'olio insieme ad uno spicchio d'aglio; vi si aggiungono i pomodori privati dei semi e della pelle e si fanno cuocere, coperti per pochi minuti. Quando i peperoni sono morbidi ma non cotti del tutto, si aggiungono i mitili interi e ben lavati e si completa la cottura regolando il sale. Prima di portare in tavola si spolvera il tutto di prezzemolo tritato molto sottile. Si serve con fette di pane casereccio arrostito. COTOLETTE DI PESCE SPADA Ingredienti: 4 fette di pesce spada, 3 uova, 50 gr. di farina, 1 limone, un mazzetto di prezzemolo, olio, sale, pepe q.b. Si lava il pesce e si mette a marinare in una scodella con olio, sale, pepe e una spruzzata di limone. Si lascia cosi' per un paio d'ore in modo che si insaporisca bene. Quindi si sgocciola, si asciuga con un tovagliolo e si infarina prima di passarlo nell'uovo battuto e nell'olio per friggere. Le fette di pesce spada si servono calde, spruzzate appena di limone.

COZZE NERE AL FORNO

Ingredienti: Kg. 1 di mitili, 4 uova, gr. 200 di pane grattuggiato, 1/2 kg. di salsa di pomodoro gia' cotta, un mazzetto di prezzemolo, pepe q.b.

Dopo aver ben lavato le cozze, si aprono, aiutandosi con un coltello senza dividere le due meta'. A parte, in una terrina, si battono le uova e piano piano si incorporano, il pane, il prezzemolo tritato e il pepe. Si ottiene un composto non molto duro con cui si riempiono le cozze che vanno richiuse e legate con filo da cucina. Si adagiano quindi in una pirofila da forno, si bagnano di salsa di pomodoro alquanto liquida e si passano al forno a cuocere.

ORATA AL FORNO

Ingredienti: 3 o 4 orate, 3 limoni, prezzemolo, sale, olio q.b.

Dopo aver lavato le orate e squamate e pulite accuratamente si mettono a marinare con sale e olio per un paio d'ore. Si tagliano i limoni a fette sottili e si dispongono sul fondo di una teglia da forno. Sopra si adagiano le orate, sgocciolate dalla marinata, si condiscono con olio e si cospargono di abbondante prezzemolo tritato. Si porgono in forno gia' caldo e, se necessario, durante la cottura si bagnano con il sughetto che si e' formato nella teglia.

PESCE SPADA ARROSTITO

Ingredienti: Kg. 1 di fette di pesce spada, 2 limoni, un mazzetto di origano, 1 spicchio d'aglio, olio, sale, pepe q.b.

Si lavano bene le fette di pesce e in una scodella si mettono a marinare con olio d'oliva, sale, il succo di limone e una spolverata d'origano.Si lasciano insaporire per almeno un paio d'o, quindi si sgocciolano e si arrostiscono sulla brace bagnandole di frequente con il liquido della marinata. Il pesce deve cuocere e rimanere molto morbido. Nel frattempo si prepara in una tazza capace un'emulsione battendo il succo di limone con l'olio d'oliva, uno spicchio d'aglio, sale e pepe e una spolverata d'origano.Il pesce si serve accompagnato da questo intingolo profumato e denso come una salsetta.

POLIPO ALLA PIGNATA

Ingredienti: 1 polipo, 3 pomodori maturi, 1 cipolla, un mazzetto di prezzemolo, 1 spicchio d'aglio, 1 foglia di alloro, 3 grani di pepe intero, olio d'oliva q.b.

Si batte a lungo il polipo per ammorbidirlo, si taglia a pezzettini e si lava. Si sistema quindi in una pignatta con i pomodori maturi tagliati a pezzi, l'aglio, il pepe intero e gli altri aromi. Si condisce con l'olio d'oliva e si fa cuocere lentamente per molto tempo senza aggiungere ne acqua ne sale. (Il polipo si cuoce con la sua stessa acqua). Facoltativa una spolverata di peperoncino. SEPPIE ARROSTO Ingredienti: 5 seppie, olio, sale, pepe, prezzemolo, limone q.b. Dopo avere spellato le seppie si lavano, si aprono con le forbici le sacche private dell'osso. Si pongono a marinare con olio d'oliva, sale, pepe quindi si arrostiscono afuoco moderato, bagnandole di tanto in tanto con la marinata durante la cottura. Si servono cosparse con qulche ciuffo di prezzemolo e, a piacere, spruzzate di limone.

SPIEDINI DI CALAMARI

Ingredienti:500 gr. di calamari, gr. 100 di pane grattuggiato, un mazzetto di prezzemolo, olio, sale, pepe, origano

Si puliscono bene i calamari, si lavano e, se sono di piccole dimensioni, si infilzano interi negli spiedini, alternandoli con ciuffi di prezzemolo. Si condiscono con sale, pepe, olio origano, si bagnano di olio e si passano nel pane grattuggiato prima di metterli a cuocere sulal brace.

ZUPPA DI PESCE

Ingredienti:Gr. 700 di scorfano, gr. 350 di lutrino, gr. 300 di mitili, gr. 300 di seppie, 1 pesce cicala, gr. 350 di gamberi, gr. 300 di pomodori freschi (o pelati), olio d'oliva, prezzemolo, aglio, sale, pepe q.b.

Si fa imbiondire l'aglio nell'olio, quindi si aggiungono i pomodori tagliati a listelle e una parte di prezzemolo tritato grossolanamente. Si fa cuocere un po', si sala e si allunga il sughetto con un mestolo di acqua. Si lascia andare a fuoco moderato per una decina di minuti. Quando il pomodoro e sufficientemente cotto, si aggiungono nel brodetto dapprima le seppie, che hanno bisogno di maggior cottura, e poi gli altri pesci a cominciare da quelli piu' grossi (gia' puliti e ben lavati). In ultimo si uniscono i mitili e i gamberi e si regolano il sale e il pepe. Si serve dopo aver sparso sul pesce del prezzemolo freschissimo tritato; la zuppa si accompagna con dei crostini di pane fritto o arrostito