salento Salento

Affitta la tua casa vacanze nel Salento, Santa Maria di Leuca, Gallipoli, Lido Marini, Marina di Pescoluse, marina di Torre Vado, San Gregorio, Patù etc. Natura incontaminata e mare cristallino che fa concorrenza alle più rinomate mete esotiche. Il Salento, meravigliosa piana ricca di storia e tradizioni, è un vero e proprio paradiso terrestre. Penisola situata tra l'Adriatico e lo Ionio, è il tacco dello stivale italiano ed è costellato di luoghi spettacolari: verdi pinete, splendide grotte marine, coste in cui si alternano lunghe spiagge sabbiose e scogliere mozzafiato. Immerso in un'affascinante atmosfera, il turista potrà decidere di visitare questa terra in bicicletta e di perdersi nei viottoli di campagna tra gli ulivi secolari e i campi di grano incorniciati da mille sfumature di colore. In ogni caso avrà l'opportunità di ammirare sfarzosi palazzi e storiche chiese, ma potrà anche godersi il mare e deliziare il palato gustando gli ottimi piatti a base di pesce (rigorosamente fresco e di prima qualità) e i saporitissimi formaggi pugliesi, leccornie che ben si accompagnano ai tipici rosati della zona, vini robusti dall'aroma fruttato. Da Lecce a Santa Maria di Leuca, da Otranto a Castro, ecco un viaggio alla scoperta di terre semplici ma allo stesso tempo molto varie, cariche di contrasti, segnate dal passaggio di molte culture che le hanno rese una miscela esplosiva di bellezze inimitabili.


La piccantezza del peperoncino viene misurata con un'apposita scala, chiamata Scoville, dal suo inventore, il professor Wilber Scoville, che nel 1912 ideò un test che funziona così:

dal peperoncino in esame viene ricavato un estratto che viene diluito in una soluzione di acqua e zucchero che viene via via maggiormente diluita. Il grado di diluizione che elimina completamente la piccantezza dell'estratto è l'indice di Scoville di quel determinato peperoncino.

Con l'aumentare delle conoscenze scientifiche nel 1970 è stato ideato un metodo più preciso, che utilizza la cromatografia liquida, metodo ideato da un chimico di nome Gillet che misura direttamente la quantità di capsaicina, la sostanza che conferisce appunto la piccantezza al peperoncino, contenuta in un determinato peperoncino. Questo metodo, utilizzato ancora oggi, anche se si continua ad utilizzare il termine Scoville come riferimento, ci permette di stilare una classifica dei peperoncini più piccanti al mondo, vediamo! 

Per rendere l'idea di piccantezza di questi peperoncini, ricordiamo che secondo questa scala il peperoncino nostrano segna un valore di circa 100.000 unità Scoville, con piccole variazioni dovute alle differenti zone di produzione, e, tenendo sempre in mente questo valore, scopriamo ora qual'è il peperoncino più piccante del mondo! La capsaicina pura, per fornire un altro termine di confronto, arriva a valori SHU di 15/16 milioni.

 

Partiamo dal decimo posto, dove scopriamo un nome probabilmente già conosciuto, il Red Savina Habanero, che per molti anni ha detenuto il record mondiale di piccantezza, con 500.000 unità Scoville, che da questo momento identificheremo con la sigla SHU. Pur essendo 5 volte più piccante del nostro peperoncino, l'habanero oggi è stato relegato in fondo a questa "caldissima" classifica.

 

Al nono posto troviamo il 7 Pot Red gigante, la cui piccantezza si aggira poco sotto il milione di SHU, la cifra 7 all'inizio del suo nome è dovuta al fatto che un solo peperoncino è stato in grado di rendere piccanti ben 7 pentole di stufato!

 

 

Ottavo posto: ecco il 7 Pot Barrackpore, conosciamo già cosa significa il sette all'inizio del nome, mentre la piccantezza posseduta da questo peperoncino segna 1 milione netto di SHU. Questo peperoncino è originario di Trinidad, patria di molti dei peperoncini presenti in questa classifica.

 

 

Al settimo posto troneggia il Bhut Jolokia (Ghost pepper), forse tra i più famosi peperoncini piccanti, questo perchè su Youtube sono presenti moltissimi filmati di coraggiosi (o incoscienti?) che si cimentano nel mangiare quello che era ritenuto essere il peperoncino più piccante al mondo, ma oggi, con "sole" 1.041.427 SHU, il Ghost Pepper ha dovuto cedere parecchie posizioni

 

Sesto posto, ecco il 7 Pot Primo, facilmente individuabile per la "coda" che sporge ad una delle estremità, la sola vista di questo peperoncino fa comprendere che non ci si trova davanti ad un comune peperoncino piccante, ed il suo valore di 1.268.250 SHU gli rende pienamente atto!

  

 

Quinto posto, le cose iniziano davvero a farsi caldissime! Il Naga Viper, nato dall'incrocio di una moltitudine di peperoncini piccanti, è un peperoncino abbastanza raro da trovare che è coltivato nel Regno Unito, 1.349.000 il suo indice SHU. 

 

 

Dopo tanto tempo nel Guinness dei primati come il peperoncino più piccante, ma oggi il Trinidad Scorpion Butch T deve accontentarsi, con 1.463.700 SHU, soltanto del quarto posto. 

 

Utilizzato fresco, secco oppure in polvere, e apprezzato per il suo sapore, definito tra i migliori, il 7 Pot Douglah arriva a 1.853.936 SHU, terzo posto, ma non è ancora il più piccante! 

 

 

A reggere lo strascico del primo classificato ecco il Trinidad Moruga Scorpion, un peperoncino scoperto di recente ma che ha fatto subito valere il suo indice Scoville pari a 2.009.231 SHU. 

 

Ed ecco il re, quello che vi farà bruciare il palato al solo guardarlo, quello che detiene il primato assoluto, il Carolina Reaper, coltivato al solo fine di avere una piccantezza unica ed esagerata, i suoi 2.200.000 SHU momentaneamente non trovano rivali nel mondo. Chi lo vuol provare?