salento Salento

Affitta la tua casa vacanze nel Salento, Santa Maria di Leuca, Gallipoli, Lido Marini, Marina di Pescoluse, marina di Torre Vado, San Gregorio, Patù etc. Natura incontaminata e mare cristallino che fa concorrenza alle più rinomate mete esotiche. Il Salento, meravigliosa piana ricca di storia e tradizioni, è un vero e proprio paradiso terrestre. Penisola situata tra l'Adriatico e lo Ionio, è il tacco dello stivale italiano ed è costellato di luoghi spettacolari: verdi pinete, splendide grotte marine, coste in cui si alternano lunghe spiagge sabbiose e scogliere mozzafiato. Immerso in un'affascinante atmosfera, il turista potrà decidere di visitare questa terra in bicicletta e di perdersi nei viottoli di campagna tra gli ulivi secolari e i campi di grano incorniciati da mille sfumature di colore. In ogni caso avrà l'opportunità di ammirare sfarzosi palazzi e storiche chiese, ma potrà anche godersi il mare e deliziare il palato gustando gli ottimi piatti a base di pesce (rigorosamente fresco e di prima qualità) e i saporitissimi formaggi pugliesi, leccornie che ben si accompagnano ai tipici rosati della zona, vini robusti dall'aroma fruttato. Da Lecce a Santa Maria di Leuca, da Otranto a Castro, ecco un viaggio alla scoperta di terre semplici ma allo stesso tempo molto varie, cariche di contrasti, segnate dal passaggio di molte culture che le hanno rese una miscela esplosiva di bellezze inimitabili.


Attività sportiva

L'attività sportiva è fondamentale per lo sviluppo di valori basilari per la società quali lo spirito di gruppo e la solidarietà, nonchè la tolleranza e la correttezza delle azioni, principi indispensabili per favorire un arricchimento della nostra esistenza ed un miglioramento del nostro vivere quotidiano. Attraverso lo sport si contribuisce al miglioramento quotidiano dell’equilibrio fra corpo e psiche puntando al miglioramento di doti quali la perseveranza e la determinazione.

La salute e lo sport

Oltre al ruolo sociale ed educativo,

lo sport associato ad un’alimentazione equilibrata, apporta vantaggi dal punto di vista della salute dell’individuo che pratica un’attività sportiva costante. L’attività sportiva favorisce la salute fisica diminuendo così i casi di sovrappeso ed obesità ed una quantità di disturbi cronici come patologie cardiovascolari o diabete, predisposizioni a stati ansiosi o depressivi. L’organizzazione mondiale della sanità raccomanda di svolgere almeno una mezz’ora quotidiana di attività fisica moderata per gli adulti ed un’ora minimo di attività giornaliera per i bambini.

Nelle sue ultime pubblicazioni l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) avvalora l’importanza per la salute pubblica dell’attività, definisce i livelli di attività fisica raccomandati per tre gruppi di età: giovani (5-17 anni), adulti (18-64) e anziani (dai 65 anni in poi). Per quanto riguarda il primo gruppo che comprende bambini e ragazzi, raccomandati almeno 60 minuti al giorno di attività moderata–vigorosa, includendo almeno 3 volte alla settimana esercizi per la forza che possono consistere in giochi di movimento o attività sportive. Nei giovani l’esercizio fisico si svolge durante giochi di movimento, sport, svago, educazione motoria scolastica, spostamenti a piedi e in bicicletta, programmi di esercizi.

L’ attività fisica nell’età della crescita contribuisce lo sviluppo di tessuti muscolo-scheletrici (ossa, muscoli, legamenti), del sistema cardiovascolare (cuore, polmoni) ed endocrino-metabolico. Inoltre, favorisce la coordinazione e la capacità di controllo dei movimenti e facilita il mantenimento del peso ideale. I bambini e i ragazzi che svolgono una regolare attività fisica come sport di gruppo, individuali, giochi all’aria aperta e passeggiate, dimostrano una maggior fiducia nelle proprie possibilità, sono portati a una maggior autostima, alla facilità nei rapporti sociali, a una maggior sopportazione dello stress e sono meno predisposti a sviluppare disturbi come ansia e depressione Solitamente si consiglia di far intraprendere ai bambini uno sport dopo i 5-6 anni per ragioni legate alle fasi dell’accrescimento corporeo, ma anche alla consapevolezza di sé, all’acquisizione delle capacità sociali e alla coordinazione motoria che fino agli 11-12 anni circa raggiunge il suo massimo potenziale. Spesso si è orientati verso il nuoto pensano che sia lo sport più completo, ma in realtà il nuoto non interviene sull’abilità di coordinazione del corpo rispetto allo spazio circostante, la capacità di saltare, correre e la capacità di socializzare e di collaborare con i coetanei. In realtà uno sport così detto “completo” non esiste, ognuno predilige certi movimenti piuttosto che altri, certi comportamenti e/o atteggiamenti piuttosto che altri. I bambini dovrebbero scegliere lo sport più affine al loro modo di muoversi e relazionarsi senza sottovalutare che se avranno scelto qualcosa che piace e appassiona, ovviamente sotto forma di gioco e divertimento, si svilupperà una forte motivazione allo svolgimento dell’attività scelta. Saranno poi gli istruttori ad indicare quale sport è più idoneo a ciascun bambino in base all’età, alla motricità, alla costituzione, al carattere e all’indole.

Le certificazioni di idoneità

Le certificazioni di idoneità per lo svolgimento delle attività sportive, non agonistiche per i minori ed adulti e per le persone diversamente abili di ogni età; sono concesse dal medico di famiglia, dai pediatri o dai servizi pubblici di medicina dello sport. Allo sportivo è consegnato un libretto sanitario che dichiara l’idoneità per la pratica sportiva agonistica, il libretto non è obbligatorio per le attività sportive di carattere individuale come nel caso del nuoto libero in piscina o ad esempio la palestra. Il certificato di idoneità è indicato per le attività organizzate da società sportive locali associate alle federazioni sportive nazionali.